Abruzzo

La superficie vitata in Abruzzo supera i 32.000 ettari, di cui quasi il 96% si trova in collina, mentre il 4% è rappresentato da viticoltura montana.  La produzione totale di vino supera in 2,6 milioni di ettolitri, di cui oltre il 30% a denominazione DOC e DOCG. I vitigni, sia a bacca nera che a bacca bianca, sono per la maggior parte autoctoni. Il più famoso è il Montepulciano, diffuso in tutto il territorio regionale e nelle regioni limitrofe.
Tra le denominazioni, la più famosa è la Montepulciano d’Abruzzo delle Colline Teramane DOCG , il cui vino rispetto al corrispondente Montepulciano d’Abruzzo DOC deve fare un anno di maturazione in legno prima dell’immissione sul mercato. Dal Montepulciano si ottiene inoltre il rosato Cerasuolo d’Abruzzo DOC, fruttato, fresco, morbido, di buon corpo e di facile beva, che accompagna tutti i piatti. Altre DOC della regione sono il Trebbiano d’Abruzzo DOC, il Controguerra DOC (con le sue diverse tipologie di prodotto che vanno dal passito allo spumante, con vitigni autoctoni o internazionali, puntando tutto sulla territorialità del prodotto visto che i comuni interessati sono solo cinque).

PREZZO

Prodotto Carta dei vini

Prodotto Formato