Veneto

Il Veneto è il primo produttore di vino in Italia in termini di quantità e dispone di una superficie vitata di oltre 75.000 ettari, di cui il 60% in pianura e il 40% in collina, con una limitata percentuale di viticoltura montana.

Nel Veneto, sono molti i vitigni che caratterizzano il territorio. Spostandoci da est verso ovest, troviamo per prima la zona delle Colline del Garda Veronese e la Valpolicella, caratterizzate dalla coltivazione di vitigni a bacca nera quali Corvina, Rondinella e Molilnara, che danno origine al Bardolino e ai vini della Valpolicella. Tra le province di Verona e Mantova, troviamo la zona del Lugana, vino bianco creato a partire dal vitigno Trebbiano di Soave, localmente noto anche come Turbiana o Trebbiano di Lugana. Tra i Monti Lessini e i Colli Berici, troviamo il comprensorio di Soave e di Gambellara, noto per i vini bianchi a base di uve Garganega. I Colli Berici sono soprattutto noti per i rossi, con il Cabernet Sauvignon, il Merlot e il Tocai Rosso, affine al Cannonau o al Grenache.
Nel Trevigiano si colloca anche la zona vinicola originaria del Prosecco (il vitigno oggi chiamato Glera) con il più importante importante distretto spumantistico Italiano, che ormai arriva ad abbracciare quasi tutto il Triveneto.

PREZZO

Prodotto Carta dei vini