Molise

Il Molise è una piccola regione, con una superficie complessiva di 4.438 Km2, e questo si riflette anche sulla sua viticoltura e i suoi vini. E’ una regione soprattutto collinare (45%) e montuosa (55%).

I vitigni coltivati in Molise risentono molto dell’influenza delle regioni limitrofe, quali Campania, Puglia, ma soprattutto l’Abruzzo. I vitigni più importanti sono a bacca nera, tra i quali ricordiamo l’autoctono Tintilia con i vini della denominazione Tintilia del Molise DOC. Gli altri vitigni coltivati sono invece quelli caratteristici dei territori confinanti. Il Sangiovese viene utilizzato in purezza o in uvaggio con il Montepulciano per la produzione del vino Pentro DOC Rosso. Tra i vitigni internazionali, Chardonnay, Cabernet sauvignon, Merlot e Syrah.

Nel Molise vi sono 4 Denominazioni di Origine DOC e 2 IGT. La Biferno DOC, con le tipologie rosso (anche Superiore e Riserva), rosato e bianco, basate sui vitigni Montepulciano (70–80%) e Aglianico (15–20%) per il rosso e il rosato, mentre il bianco viene prodotto con uvaggi a base di Trebbiano toscano (60–70%) e la Pentro o Pentro d’Isernia DOC, con le tipologie rosso, rosato e bianco, uvaggio di Montepulciano e Sangiovese le prime due e Trebbiano toscano (60–70%) e Bombino bianco la terza. Entrambe furono istituite nel 1983. Seguirono poi nel 1998 la Molise o del Molise DOC, che insiste su gran parte del territorio molisano, con un grande numero di tipologie e di vitigni utilizzabili.

PREZZO

Prodotto Carta dei vini

Prodotto Formato

Visualizzazione del risultato